Archivi categoria: news

Esce oggi “L’uomo Normale” il brano di Flo che anticipa il nuovo album di inediti

L’uomo normale’ è il nuovo brano di Flo, in uscita oggi, venerdì 11 settembre, sulle piattaforme digitali e in rotazione radiofonica.

Ascolta il brano sui digital store

A distanza di due anni dall’ultima pubblicazione ufficiale, l’artista partenopea annuncia così il nuovo progetto discografico, che vede la produzione artistica dal noto produttore francese Sebastien Martel. Il nuovo album di inediti, dal titolo 31SALVITUTTI, uscirà il prossimo 13 novembre (produzione Arealive srl – distribuzione Believe Digital).

L’uomo normale è colui che è inconsapevole di quanto razzismo, di quanta omofobia, di quanto fascismo si nasconde dentro i suoi gesti quotidiani. Non è il criminale o il serial killer, ma il nostro vicino di casa, nostro padre, un nostro collega di lavoro. È colui che lavora per la famiglia e quindi pretende che il figlio sia un campione per forza; che non picchia la moglie, ma le impone come vestirsi; che tollera gli stranieri e non ha nulla contro i gay.

L’uomo normale forse siamo noi.

Piqued Jacks: fuori il nuovo singolo “Safety Distance”

“Safety Distance” è lo scatto alt-rock della quarantena nato con urgenza durante il lockdown.

Il nuovo singolo della band alt-rock toscana, che segna il loro ritorno sulle scene e anticipa i lavori sul nuovo album, è una fotografia, l’istantanea di una lotta generazionale contro un nemico invisibile e l’impegno a far luce sui più deboli, sempre primi a pagare.

Sotto la produzione di Brett Shaw (Foals, Florence + The Machine) i Piqued Jacks danno ordine al caos delle sirene e dei TG sovrastandolo coi loro marchi di fabbrica: energia travolgente e potenza emotiva. Un crescendo indie-prog sempre più accorato ci chiama a non puntare il dito per cercare colpevoli, ma per toccarsi e sorreggersi attraverso le pareti della bolla di distanziamento in cui ognuno di noi è costretto a restare. Safety Distance è il gran debutto internazionale del sodalizio INRI-PJs, eppure soltanto un assaggio della nuova line-up e dell’attesissimo nuovo atto quasi pronto a cominciare.

ASCOLTA SAFETY DISTANCE

I Piqued Jacks sono energia pura. Alt/rock da Firenze dal respiro internazionale: negli anni sono stati gruppo spalla per gli Interpol, vincitori di Sanremo Rock 2019 e MTV The Freshmen, hanno nel loro storico tour date in tutto il mondo e sono stati parte di line up di festival e rassegne internazionali come l’Indie Week Toronto e il Music Showcase Greece nel 2019, senza contare il SXSW negli anni 2013, 2014, 2015. L’ultimo album, The Living Past, prodotto da Dan Weller (Enter Shikari, Young Guns) è stato lodato dalla critica italiana (“Ogni brano può essere una hit” – Classic Rock Magazine) ed estera (BBC Radio, Kerrang!Radio). Il videoclip del singolo di punta “Eternal Ride Of a Heartful Mind” ha ottenuto svariati premi: è stato nominato 23 volte per “best videoclip” vincendo a Roma, Toronto (Indie Week), in Florida, Scozia.

Homeless Fest 2020

14esima edizione del contest aperto a tutti i generi musicali. Iscrizioni aperte dal 1 settembre

L’Associazione Homeless nasce a novembre 2005 dal volere di alcuni musicisti maceratesi che, trovandosi in prima persona nella condizione di non trovare spazi e modi per potersi esprimere in pubblico, decisero di unire le forze con lo scopo di valorizzare il substrato musicale presente nel territorio.

Fin dalla sua fondazione Homeless si adopera per trovare spazi e modalità per consentire alle band di esibirsi. Ed è così che a luglio 2006 prende il via l’Homeless Rock Fest, che da quest’anno cambia nome in Homeless Fest: rock che rimane come attitudine ma non come limite nei generi trattati dal contest. Come non lo è mai stato, del resto.

Da anni il festival vede la collaborazione di importanti giornalisti del panorama indipendente nazionale (primo fra tutti Gianluca Polverari di Rockerilla e Radio Città Aperta), produttori musicali (Manuele Marani, Giacomo Fiorenza), etichette indipendenti (La Tempesta Dischi, La Famosa Etichetta Trovarobato, 42 Records, Dischi Soviet Studio, Dischi Sotterranei) e alcuni importanti artisti come Fabio Rondanini, Adriano Viterbini, Gionata Mirai, Stefano Pilia, Max Collini, Federico Dragogna, Enrico Molteni.

Dal 2013 l’Homeless Fest, per perseguire al meglio il suo scopo statutario, ha dato vita ad un vero e proprio circuito di locali, festival e radio: l’Homeless Network, con lo scopo di promuovere le eccellenze musicali del territorio e non solo. Infine, a dicembre 2018, l’Associazione Homeless ha dato vita ad una propria etichetta discografica no-profit, la Homeless Records, legata al contest con lo scopo di supportare le migliori realtà emergenti: Little Pieces of Marmelade, Mivergogno, Reesut, Lettera 22, Aspect Ratio, Spirale, solo per citare alcuni degli artisti prodotti dalla label.

Il regolamento di questa 14ma edizione prevede delle novità rispetto agli anni precedenti, anche per tener conto dell’emergenza Covid-19 e delle sue possibili diverse evoluzioni.

L’Homeless Fest è un contest da sempre aperto a tutti i generi musicali. Il contest che si svolge normalmente tra ottobre e novembre vuole essere un punto di riferimento per tutti i musicisti che scrivono musica propria. Per questo motivo, l’accesso al contest è riservato a chi presenta brani inediti.

Tutti i gruppi iscritti hanno la possibilità di esibirsi live nei palchi allestiti dall’Associazione. Il contest si svolge in 2 fasi (selezioni e finali), nei teatri storici della regione Marche. Alle finali è garantita la presenza di una giuria di rilievo nazionale.

Iscrizioni aperte dal 1 settembre 2020.

Tutte le info sul sito homelessfest.it

Sostegno dei Comuni di Macerata e Pollenza
Partner ufficiale: Soundreef
Palchi pensati, disegnati e realizzati dal light designer Angelo Cioci



Il 7/09 Marina Rei in concerto a Roma – Cavea Auditorium

Una data unica, per presentare il nuovo disco e festeggiare 25 anni di carriera con ospiti speciali: Paolo Benvegnù, Carmen Consoli, Riccardo Sinigallia, Pierpaolo Capovilla, Max Gazzè, Cristiano Godano, Filippo Gatti e Roberto Angelini

È in programma il 7 settembre alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma lo speciale concerto di MARINA REI per festeggiare il traguardo dei 25 anni trascorsi dalla pubblicazione del primo album omonimo e un percorso artistico che l’ha portata ad affermarsi come una delle poche polistrumentiste e autrici del nostro panorama musicale, una performer unica nel suo genere.


Per l’occasione, Marina ha invitato molti artisti che hanno condiviso alcuni momenti importanti della sua carriera, per regalare al pubblico una serata indimenticabile.

Sul palco con lei Paolo Benvegnù, Carmen Consoli, Riccardo Sinigallia, Pierpaolo Capovilla, Max Gazzè, Cristiano Godano, Filippo Gatti e Roberto Angelini, oltre ai suoi compagni di viaggio di una vita, Matteo Scannicchio, Giorgio Marina Condemi e Andrea Ruggiero, insieme a Pierpaolo Ranieri, Gabriele Lazzarotti e Marco Rovinelli. 

È così che annuncia questo importante appuntamento:

Vorrei che il 7 settembre fosse una festa. È questo, oggi, il mio desiderio, ed è così che immagino quel giorno. Potrò salire di nuovo su un palco, per un concerto unico, e ripercorrere 25 anni di musica in un momento in cui la musica si ascolta faticosamente, in un momento in cui la musica va ascoltata di nuovo senza paura. 

Ed è anche per questo motivo che ho voluto fortemente che un sogno diventasse realtà. Un passo avanti, per noi, che viviamo e camminiamo da sempre con la musica, per noi che vogliamo e dobbiamo ritrovare la fiducia e ricominciare a sognare. Emozionare ed emozionarci insieme a chi ci dà la possibilità di farlo e a chi ci ascolta con attenzione ogni volta. Su quel palco, con alcuni amici speciali che mi hanno accompagnato in questo lungo tempo, suoneremo e canteremo guardando avanti, per potervi incontrare ancora.”

Il live di Roma sarà anche l’occasione per presentare dal vivo “Per essere felici”, il nuovo album di inediti della musicista e cantautrice, che arriva a sei anni di distanza dal precedente lavoro “Pareidolia” e prosegue quell’ evoluzione stilistica di Marina Rei, frutto di scelte ben precise e di un’attenzione sempre più rivolta alla parola e alla cura compositiva.

“Per essere felici”, infatti, è un lavoro in cui la scrittura è centrale fin dalla prima nota, come ben delineato anche dalle parole usate dall’artista stessa per la presentazione dell’album: “questo disco è stato registrato quasi interamente a casa mia, con la volontà di non rincorrere alcun canone di bellezza o stereotipo sonoro.

La scrittura è stata l’unica risorsa da cui partire e a cui tornare.”

Il disco è stato anticipato dall’uscita del singolo e video della title track, seguito dal brano “Comunque tu”, dal singolo “Dimenticarci” e dall’ultimo estratto “Bellissimo”.

Blindur vince il premio AFI e il premio “Musicultura 2020”

BLINDUR vince il Premio AFI e il Premio della Critica alla XXXI edizione di ‘Musicultura’, dove è stato eletto tra gli 8 finalisti vincitori con il brano “Invisibile agli occhi”, estratto dall’album “A” (La Tempesta Dischi, 2019) secondo lavoro discografico del progetto musicale guidato dal cantautore e produttore Massimo De Vita.

Selezionato anche tra i finalisti al Premio Bindi 2020, Blindur prosegue il tour estivo: una nuova serie di date in programma nella penisola, occasione per celebrare i traguardi raggiunti con l’ultimo disco e far rivivere in concerto le più recentissime pubblicazioni.

Blindur ha, infatti, recentemente pubblicato l’EP “3000remiX”, contente 7 versioni inedite, rimasterizzate e remixate del brano “3000X”, anch’esso contenuto nell’album “A”. Il disco, è stato accolto con entusiasmo dalla critica, che lo ha recensito sulle principali testate, e portato a lungo in tour, consolidando l’apprezzamento del pubblico per il coinvolgente assetto live della formazione, che vanta oltre 350 concerti in Italia e all’estero con aperture che vanno da Damien Rice a Jonathan Wilson, passando per Niccolò Fabi, Cristina Donà, Tre allegri ragazzi morti e numerosi altri.

Nel nuovo EP, Blindur fa rivivere la canzone “3000X” lavorando in sinergia con numerosi dj e producer della scena nazionale e internazionale: da Marco Messina dei 99 Posse a Speaker Cenzou, con riletture che vanno dalle sonorità reggae a quelle psichedeliche, tutte confluite in una sperimentazione che ha fatto nascere 7 nuove canzoni da una stessa identica anima.

Dall’EP è stato estratto il videoclip della versione del brano nel remix, a cura di Marco Messina.

Dagli esordi Blindur ha all’attivo due album in studio, partecipazioni in importanti festival internazionali e numerosi premi, tra cui il Premio Pierangelo Bertoli, il Premio Fabrizio De André e il Premio Buscaglione “Sotto il cielo di Fred”.

IL TOUR

04/09 S. Margherita Ligure (GE) – Finale Premio Bindi (per info: http://premiobindi.com/)

06/09 Torino – Off Topic (per info: offtopictorino.it)

11/09 S. Maria Capua Vetere (CE) – Matuta (per info: https://www.facebook.com/matutacibomusicaecultura/)

12/09 Rio Saliceto (RE) – Riopen Festival – NUOVA DATA

13/09 Bacoli (NA) – Bar/co Cerillo (per info: https://www.facebook.com/barcocerillo/) – NUOVA DATA

18/09 Salerno – Limen Festival @ Arena del mare (a breve biglietti disponibili su: postoriservato.it)

03/10 Pomigliano D’Arco (NA) – First Floor (per info: https://www.facebook.com/firstfloorbohemienbistrot/ – NUOVA DATA

Tre Allegri Ragazzi Morti, oggi la prima data del Festival itinerante “La via di casa”

Tre allegri ragazzi morti in ‘viaggio’ per il Friuli-Venezia Giulia con il festival itinerante La via di casa: quattro concerti in una settimana in località amene della regione.


“Un’occasione speciale per noi, per immaginare come sarà il rapporto con la musica e la nostra gente. Torniamo assieme alla natura. La cosa più vera che c’è.”
Davide Toffolo

Il festival itinerante La via di casa nasce da un’idea di Tre allegri ragazzi morti: un modo diverso per scoprire città, monti, fiumi, castelli e tradizioni del Friuli-Venezia Giulia in compagnia delle canzoni della band indipendente più conosciuta e longeva del territorio.


Dopo aver raggiunto i 25 anni di attività che li ha visti esibirsi in tutta Italia e all’estero, dopo aver condiviso il palco con artisti di fama nazionale ed internazionale e dopo aver fondato l’etichetta indipendente ‘La Tempesta dischi’ che ha pubblicato più di 200 lavori di oltre 40 band provenienti da tutto il territorio italiano e internazionale, i Tarm tornano in Friuli-Venezia Giulia (a casa!) per un viaggio di una settimana per raccontare e accompagnare i fan alla scoperta dei luoghi e delle tradizioni che hanno ispirato la loro produzione artistica.


Il viaggio inizia oggi, per poi proseguire con tre tappe più contenute e intime, in quanto le località scelte sono paesaggi naturalistici, particolari e unici e i concerti sono stati studiati proprio per ‘integrarsi’ al meglio nel rispetto del luogo e della natura che li ospiterà e per permettere al pubblico di godersi appieno la meraviglia offerta dal territorio.

Si partirà oggi dalla suggestiva Centrale Idroelettrica di Malnisio, mentre il 3 settembre l’esibizione sarà nel parco naturale del greto dell’Isonzo a Fiumicello. Il 4 settembre saranno immersi nella vegetazione che circonda i resti del Castello di Maniago e il 5 settembre nella splendida cornice di Valle, frazione di Faedis.

Il grande concerto iniziale sul Monte Zoncolan a Sutrio (UD) previsto per il 30 agosto e rinviato a causa del maltempo, è rimandato a data da destinarsi.

Per maggiori informazioni sulle modalità di accesso ai singoli eventi si invita a seguire i canali social di Tre allegri ragazzi morti ed il sito ufficiale nella sezione concerti: http://www.treallegriragazzimorti.it/concerti/