Buon compleanno, Sugar! 5 curiosità su Zucchero Fornaciari

65 anni, 60 milioni di dischi venduti e una carriera costellata di successi internazionali: brindiamo a uno dei volti più affermati della musica, il bluesman italiano Zucchero Fornaciari

Bono Vox lo ha definito “voce da vecchio whisky”, ma Zucchero Fornaciari è questo, e anche di più.

La sua ricetta del successo prevede Pop, Blues, Funky, Gospel e Soul mescolati alla maniera “Sugar”, mentre parla di libidine e passione, libertà e maleducazione. Un artista unico nel suo genere che, nonostante abbia avuto una partenza in sordina, è riuscito a spingersi oltre i confini nazionali e ad avere successo in tutto il mondo.

Per questo motivo, in occasione del suo compleanno, abbiamo deciso di brindare ai 65 anni del Cappellaio Matto con il nostro personale contributo: ecco 5 cose che non sapevi di Zucchero Sugar Fornaciari.

1)E’ stato l’unico artista italiano a essersi esibito nello storico concerto di Woodstock

Dopo 25 anni dal primo grande concerto, Zucchero è stato l’unico artista italiano a esibirsi sul palco di Woodstock 94. Insieme a lui Joe Cocker, Red Hot Chili Peppers e Peter Gabriel.

L’edizione passò alla storia con il nome di Mudstock (“mud” ingl. “fango”) a causa del maltempo: un forte acquazzone colse tutti di sorpresa, mentre si stavano esibendo i Green Day. I fan, impazziti, iniziarono una battaglia di fango con gli artisti, che dovettero lasciare il palco prelevati da un elicottero.

2)Ha una collezione di più di 400 cappelli

Una passione, quella per i copricapi eccentrici, che Zucchero ha coltivato sin da piccolo, sulla scia del nonno Roberto. I cappelli sono diventati il suo personale segno di riconoscimento e dietro ognuno di essi si cela una storia: ne ha uno che proviene direttamente dal set di Gangs of New York, mentre un altro è addirittura appartenuto a Bob Dylan negli anni 70.

3)La sua prima chitarra aveva le corde realizzate con il filo da pesca

Ovviamente suonava malissimo, ma quella chitarra è stato uno dei primi contatti che ha avuto con la musica. In un’intervista Zucchero ha ammesso di aver fatto ricorso allo stesso stratagemma del filo da pesca, per far suonare gli ukulele durante un concerto a Cuba.

4)Quando ha conosciuto Eric Clapton è rimasto in mutande

Il giorno in cui ha conosciuto Eric Clapton, Sugar lo ricorda benissimo: indossava dei pantaloni di pelle nera e a Eric erano piaciuti subito. Era bastato un sincero apprezzamento, per far sì che Zucchero se li sfilasse per donarglieli. Da quel momento sono diventati amici.

5)English is good, “Maccheroni English” is better

Per le sue canzoni fa sfoggio di un suo personale tipo di inglese, che Zucchero ha soprannominato “Maccheroni English”: inizialmente Sugar cantava in inglese, ma su suggerimento di Miles Davis e di Eric Clapton ha cominciato a cantare esclusivamente in italiano. Per questo, il suo inglese è molto “maccheronico” e spesso si diverte a inserire nelle canzoni parole che non esistono.

E tu, conosci qualche altra curiosità o stranezza che riguarda Zucchero? Faccelo sapere in un commento! Se ti è piaciuto questo articolo seguici anche sui nostri social. Ci trovi su FacebookInstagram e Twitter.

1 commento su “Buon compleanno, Sugar! 5 curiosità su Zucchero Fornaciari”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...